• Home
  • Secondi di pesce
  • Polpo alla piastra con cipolle, peperoni alla griglia, pomodorini confit e olive piccanti.
0 0
Polpo alla piastra con cipolle, peperoni alla griglia, pomodorini confit e olive piccanti.

Polpo alla piastra con cipolle, peperoni alla griglia, pomodorini confit e olive piccanti.

Caratteristiche
  • Estivo
  • Piccante

Un bel piatto di polpo colorato per dimenticare il brutto tempo

Ingredienti

Indicazioni

Condividi

La scuola è ormai agli sgoccioli, pochi giorni e poi loro, ovvero i figli, inizieranno tre mesi di puro divertimento, mentre per noi genitori nulla cambia se non di poco. Devo dire che i campi estivi mi permettono di respirare un pochino di più, a parte correre alla mattina per consegnare i bambini in due posti diversi, alla fine tutte le attività sono concentrate nello stesso luogo, e per almeno tre mesi non sarò costretta a girare come una trottola.

C’è chi mi dice che sono fortunata perchè lavoro part time e che ho tempo per fare altro, peccato che con due figli il tempo è sempre poco e alla sera mi trasformo in una pelle d’orso. Io parto tutta organizzata, poi come al solito qualcuno pesca per me la carta degli imprevisti e riesce a scombussolare tutto, quindi si riformatta tutto e si procede per priorità e casualmente quelle della mamma solitamente scivolano agli ultimi posti con un orario che va da ” a partire dalle ore 22.00″.

Solitamente la scaletta è la seguente : compiti del Leo, recupero della belva nanosa, spesa rapida ( con due bambini deve essere una toccata e fuga, sconsiglio in questi casi di andare in supermercati poco conosciuti perchè è controproducente girare a zonzo per i corridoi), merenda con eventuale conclusione straziante dei compiti ed infine cena.

Ad una mamma attenta non sarà sfuggito il fatto che manca il momento bagno/doccia dei bambini. Non vivendo in una campana di vetro , i due esserini bipedi taglia piccola si sporcano, sudano e talvolta emettono anche odori poco piacevoli, e per questo ogni sera subiscono una pulizia profonda ma in questo caso il compito è riservato al papà. Il momento lavaggio è sicuramente piacevole e divertente, ma la tragedia è dietro l’angolo: Se i ragazzi sono in vasca o nella doccia e sentono che bisogna uscire, incominciano le urla e così la trgedia si consuma. Prima o poi li lascerò in vasca a mangiare , nell’attesa che escano loro le branchie.

A proposito di branchie, pesci e similari…che ne dite di un bel polpo colorato, per dimenticare gli acquazzoni di questi giorni?

 

 

 

(Visited 1.869 times, 1 visits today)
Step 1
cottura 20 minuti in pentola a pressione
Segna come completato

Preparazione del polpo

Pulite bene il polpo, dovete rigirare la testa e pulirla da tutte le interiora, poi dovete togliere il becco e infine sciacquatelo bene sotto l'acqua corrente.
In una pentola a pressione abbastanza capiente, mettete a scaldare abbondate acqua con l'alloro, il ginepro, il pepe e un po di aceto. Quando inizia a bollire, tenendo il polpo per la sacca della testa, immergetelo 3 volte e poi lasciatelo andare completamente nell'acqua. Mentre farete questa operazione, vedrete i tentacoli arricciarsi.
Ora potete chiudere la pentola a pressione e mandate in temperatura. Dal fischio dovete calcolare 20 minuti.

Step 2
Segna come completato

Preparazione delle verdure

Prendete la cipolla, dividetela in spicchi e mettetela a mollo in acqua con un po di aceto di mele. Lavate i pomodorini, divideteli a metà e metteteli in una pirofila con il taglio verso l'alto. In una ciotola preparate un emulsione a base di aglio schiacciato ( o aglio in polvere) , un cucchiaino di zucchero, 2 cucchiaini di sale e olio. Versate l'emulsione sui pomodorini e infornate a 150° C per circa 30 minuti.
Scaldate una piastra e procedete con arrostire il peperone dopo averlo lavato, una volta che la pelle è ben abbrustolita e il peperone si sarà ammorbidito, fatelo raffreddare in un sacchetto di carta ( se non avete tempo , in commercio , esistono le falde di peperone arrostito surgelate). Ora potete procedere con lo spellare il peperone , privatelo poi del cappello, dei filamenti bianchi e dei semi. Tagliatelo poi in striscioline ( o altra forma preferita).
Scaldate sul fuoco la piastra, prendete la cipolla , sfogliatela e asciugatela dall'acqua. Passatela velocemente sulla piastra rovente finchè non si sarà caramellizzata e mettete da parte.

Step 3
Segna come completato

Assemblaggio

Ormai i 20 minuti sono passati e il vostro polpo dormiente in pentola a pressione dovrebbe essere pronto, stando attenti che la valvola di sfiato non sia rivolta verso il nostro viso, sfiatate la pentola a pressione. Con una forchetta cotrollate la cottura del polpo; i rebbi devono affondare facilmente senza però sfasciare il polpo. L'ideale sarebbe far raffreddare il polpo nella sua acqua di cottura. Se non avete tempo, prendete una schiumarola e con delicatezza togliete il polpo dall'acqua e lasciatelo raffreddare su un tagliere. Non toccatelo, non tagliatelo finchè non sarà freddo, se potete non guardatelo nemmeno.....

Il polpo è freddo? bene ora potete tagliarlo; la sacca della testa dividetela in due-tre parti, poi tagliate via i tentacoli e ripassate tutto sulla piastra rovente che sarà ancora calda e aromatizzata di cipolla. Si dovrà formare come una crosticina.

Direi che ci siamo, aspettiamo che i pomodorini si siano un pò appassiti e poi possiamo assemblare il piatto.

A voi la scelta e l'estro su come prepararlo....di portata o singole porzioni.
Io ho optato per un piatto di portata: Cipolle, peperoni, polpo, pomodorini e per ultimo qualche oliva piccante, e per condire? Cospargete il tutto con il sughino lasciato dai pomodori e buon appetito.

precedente
Zucchine ripiene vegetariane
prossima
Pasta alla Carlofortina
  • 1.869 Visualizzazioni
  • 1 ora + raffreddamento (con cottura in pentola a pressione)
  • Persone 2
  • Media

Condividi sui social

Oppure puoi copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Regola le quantità
600 gr polpo anche surgelato
1 cipolla di tropea grossa
1 peperone rosso
qb olive piccanti
10 circa pomodorini ciliegino
1 foglia alloro
qualche bacca ginepro
qualche grano pepe rosa pestato
2 cucchiaini sale
1 spicchio aglio
1 cucchiaino zucchero
1 bicchiere + 1 po per le cipolle aceto di mele
precedente
Zucchine ripiene vegetariane
prossima
Pasta alla Carlofortina
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com