0 0
La salsa verde: ricetta di nonna Luisa

La salsa verde: ricetta di nonna Luisa

Caratteristiche

    Una salsa tipica piemontese, qui parliamo di tradizione pura, qui parliamo delle tradizioni trasmesse da mia nonna Luisa

    Ingredienti

    Indicazioni

    Condividi

    Ed è giunta la domenica sera, questo significa che domani sarà lunedì e mi viene in mente solo una parola: Noooooo!!!!

    Eh sì, per noi niente ponte e quindi mi scende doppiamente la tristezza, perchè me lo sarei fatto un giorno a casa, non tanto per giocare con i bambini, ma perchè ho un sacco di cose da sistemare nella nostra piccola ” reggia”. Mi toccherà rimandare!

    Ma bando le ciance, vi voglio presentare una salsa che mia nonna faceva magistralmente, ne faceva sempre di più perchè io ero solita metterla su qualunque pietanza, dalla semplice fetta di pane alla cotoletta, ma la morte sua è come accompagnamento al bollito misto rigorosamente piemontese.

    L’origine di questa salsa è proprio piemontese, come lo era mia nonna , viene chiamata anche Bagnèt Verd (bagnetto verde) e va solitamente in coppia al Bagnet Ross (bagnetto rosso) .

    Metto le mani avanti dicendo che non sono sicura che sia la ricetta fedele alla tradizione ma posso assicurarvi che è la ricetta tramandata da mia nonna e ne sono certa perchè quando la preparava , con il suo mitico frullatore rosso, io ero al suo fianco a tenere il coperchio e ad azionare il pulsante. Quante risate con quel frullatore, era talmente vecchio che c’era sempre il rischio che si svitasse durante l’azionamento, così un giorno lo abbiamo stretto così tanto che non siamo più riuscite a smontare il gruppo lame.

    Sapete una cosa, di queste magnifiche domeniche in famiglia manca solo mia nonna, una donna tutta di un pezzo, ma con un ironia e simpatia incredibile, si sarebbe sicuramente fatta delle grasse risate con mio marito e sarebbe stata una bisnonna da primo premio.

    Ci saranno altre occasioni per raccontarvi alcuni aneddoti che la riguardano, per adesso vi racconto la sua salsa verde, non ci sono vere e proprie dosi, direi che si va a manciate e a quanto basta.

    (Visited 1.010 times, 4 visits today)
    Step 1
    Segna come completato

    Imbevete il pane con 1-2 cucchiai di aceto. In un frullatore, mettete il prezzemolo, lo spicchio d'aglio privato dell'anima, le acciughe, l'uovo sodo, il pane e l'olio. Iniziate a frullare, aggiungendo olio se vi accorgete che il composto è troppo compatto. Assaggiate e aggiustate eventualmente di aceto e di sale, mescolate bene e versate tutto in una ciotola, coprite e lasciate riposare, in modo che tutti i sapori si amalgamino.

    Buon appetito

    Step 2
    Segna come completato

    Consigli

    Avviso che per la produzione di questa deliziosa salsa ci va una quantità generosa di olio, non lesinate quindi su questo ingrediente.

    Oltre al bollito misto, questa salsa è ideale anche per accompagnare , acciughe , tomini ed altre pietanze

    Recensioni ricetta

    Non ci sono recensioni per questa ricetta ancora, usa un form qui sotto per scrivere la tua recensione
    precedente
    Pan Meino: il dolce della tradizione milanese nel giorno di San Giorgio
    prossima
    Zuppa di ceci e castagne
    • 1.010 Visualizzazioni
    • 15 min
    • Persone 4
    • Facile

    Condividi sui social

    Oppure puoi copiare e condividere questo URL

    Ingredienti

    Regola le quantità
    3 manciate prezzemolo pulito
    1 spicchio Aglio
    1 fetta di pane bianco
    2 acciughe sott'olio potete umia nonna per intensificare il sapore metteva della pasta d'acciughe
    1 uovo sodo messo a freddo nell'acqua e cotto 7 minuti dal bollore
    qb sale
    qb olio evo
    2-3 cucchiai aceto di vino io uso aceto di vino rosso prodotto da me

    Bookmark ricetta

    You need to login or register to bookmark/favorite this content.

    precedente
    Pan Meino: il dolce della tradizione milanese nel giorno di San Giorgio
    prossima
    Zuppa di ceci e castagne
    Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com