0 0
Spaghetti ai cereali alle vongole

Spaghetti ai cereali alle vongole

Caratteristiche

    Un piatto dedicato al mio piccolo grande Leo, perchè quando è felice, i suoi occhi illuminano tutto il mondo

    Ingredienti

    Indicazioni

    Condividi

    Questa ricetta è dedicata al mio piccolo grande uomo: lui non è un gran mangione, più che altro non ama sperimentare e quindi si fissa con alcuni piatti. Ma con questo è stato amore a prima vista.

    Eravamo a Riccione, ultimo giorno delle nostre vacanze di inizio estate, al buffet del nostro spettacolare albergo, io e mio marito abbiamo preso gli spaghetti alle vongole, avevano un bel aspetto e un profumo eccezionale. Arrivati al tavolo, il piccolo grande uomo ne è rimasto stranamente incuriosito, forse per il modo in cui li mangiavamo, forchettata di pasta, pulizia della conchiglia e via così. Il ragazzo quindi allontana il suo piattino di pasta e chiede di assaggiare. Io, con faccia stupita, gli ho allungato il mio piatto…e mi sono ritrovata a mangiare delle pennette al sugo.

    Siccome, quest’anno durante la nostra solita vacanza, non abbiamo avuto la possibilità di gustare questo piatto preparato dallo chef del ristorante dell’albergo, ci è come rimasta la voglia e così ho deciso di sopperire a questa “ mancanza” apportando però delle piccole modifiche.

    (Visited 265 times, 1 visits today)
    Step 1
    Segna come completato

    Pulitura delle vongole

    Di questo piatto la cosa più noiosa, ma assolutamente indispensabile, è far spurgare le vongole. È veramente fastidioso sentirsi sotto i denti la sabbia, si rischia anche la rottura di un dente. Con tanta pazienza quindi si prepara alle vongoline un bel bagnetto in acqua fredda e salata, avranno così l’impressione di esser nel loro habitat e si apriranno, è affascinante vederle aprirsi e cercare con la loro “lingua” il sale. Questa operazione andrà fatta più volte finchè sul fondo della ciotola non troverete più sabbia. Quando mettete a bagno le vongole, controllate che non ci siano molluschi con la conchiglia rotta…quelle che non risultano integre è meglio gettarle via. Devo dire che se le compro dal mio pescivendolo le trovo tutte sane, mentre se le prendo al supermercato, qualcuna fa il salto nell’umido.

    Step 2
    Segna come completato

    Preparazione del sugo

    Mettete a scaldare sul fuoco un ampio tegame con un filo d’olio e due spicchi d’aglio. Intanto sciacquate sotto acqua fredda corrente le vongole, per togliere proprio gli ultimi residui, scolatele bene dall’acqua e non appena gli spicchietti d’aglio si sono dorati versatevi le vongole. Vi consiglio di tenervi vicino il coperchio del tegame, perché non appena le vongole entreranno in contatto con l’olio , inizierà a schizzare il tutto, ricoprendo così di unto il vostro piano cottura. Dopo qualche secondo versate un abbondate bicchiere di vino bianco e chiudete con il coperchio, il vapore farà si che le vongole si aprano. Dovete attendere qualche minuto, ogni tanto scuotete il tegame in modo da rigirarle per facilitarne l’apertura. Potete anche aprire ogni tanto il coperchio per verificare a che punto siano e richiudere subito dopo. Quando vedo che si sono aperte, le prelevo dal tegame e le metto in una ciotola, in questo modo mi assicuro del loro stato ( se ce ne sono ancora alcune chiuse, le tengo qualche secondo ancora sul fuoco, e se non si aprono, anche quelle finiscono nell’umido). Il sugo che rimane nella pentola lo filtro, facendolo passare attraverso una garza e lo conservo a parte. Da questo si capisce proprio che non amo la sabbia sotto i denti.

    Rimettete sul fuoco il tegame ( maniaca come sono io ho pulito tutto il fondo), versate un filo d’olio , uno spicchio d’aglio, fate rosolare, togliete poi l’aglio, versate metà del sughino filtrato e un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Stemperate bene il tutto in modo che si formi un vero e proprio sughetto abbastanza blando, fate cuocere pochi minuti senza far restringere troppo e, dopo averlo assaggiato, aggiustate di sale.

    Step 3
    Segna come completato

    La pasta

    Sperando che nel frattempo vi siate ricordati di mettere su l’acqua della pasta e di salarla, versate la pasta e fatela cuocere tenendola molto al dente.

    Appena sarà pronta scolatela nel tegame e fatela saltare in modo che diventi viscida , aggiungete le vongole e rimestate bene, portate a termine la cottura della pasta risottandola, ovvero continuando ad aggiungere liquidi man mano che questi vengono assorbiti.

    Poco prima di impiattare arricchite con una bella grattugiata di scorza di limone e un bel trito di prezzemolo ( non fatelo cuocere troppo, sia la scorza che il prezzemolo diventano amari).

    Step 4
    Segna come completato

    Consigli

    A me piace servire gli spaghetti mantenendo i gusci, altri preferiscono levarli per comodità, ma volete mettere che buono ciucciare il sughino dalle valve delle vongole.

    Non dimenticatevi un bel giro d’olio evo su ogni piatto e…

    Buon Appetito

    ps: Potete rendere la ricetta anche piccantina, aggiungendo del peperoncino nel sughino con il concentrato di pomodoro.

    precedente
    Risotto con Melone e Brie, un risotto indimenticabile
    prossima
    Insalata di patate, wurstel e cetriolini
    • 265 Visualizzazioni
    • 20 min + pulitura delle vongole
    • Persone 2
    • Media

    Condividi sui social

    Oppure puoi copiare e condividere questo URL

    Ingredienti

    Regola le quantità
    250 gr Spaghetti ai cereali Spaghetti
    800 gr Vongole Veraci
    2 spicchi Aglio
    qb Prezzemolo
    qb Vino Bianco
    qb Olioevo
    1 cucchiaino Concentrato di pomodoro concentrato doppio o triplo
    1 Scorza di Limone ( non trattato)
    qb Sale Grosso e Fino
    precedente
    Risotto con Melone e Brie, un risotto indimenticabile
    prossima
    Insalata di patate, wurstel e cetriolini
    Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com